Seguici su
Cerca

Consiglio

Il Consiglio Comunale, organo di indirizzo e controllo politico-amministrativo, ha autonomia organizzativa e funzionale, esercitata nel rispetto dei principi di pubblicità, trasparenza e legalità al fine di assicurare il buon andamento e l’imparzialità dell'azione amministrativa.

Il Consiglio esercita le competenze previste dalla legge sulla base dei criteri, modalità e procedimenti stabiliti nello Statuto, il quale prevede che gli atti fondamentali siano adottati previa individuazione degli obiettivi e delle finalità da raggiungere, delle risorse da destinare, nonché degli strumenti necessari all’azione da svolgere.

L’attività del Consiglio si svolge in sessioni ordinarie e straordinarie, su convocazione del Sindaco, che sentita la Giunta, formula l’ordine del giorno e ne presiede i lavori, secondo le norme del regolamento.

In particolare, il Consiglio si occupa:
- dell'adozione dello Statuto dell'Ente e dei suoi regolamenti, ad eccezione del Regolamento sull'Ordinamento degli Uffici e Servizi di competenza della Giunta;
- della deliberazione dei bilanci annuali e pluriennali e delle relative variazioni, del rendiconto, delle relazioni previsionali e programmatiche, piani finanziari, programmi triennali e elenco annuale dei lavori pubblici, piani territoriali ed urbanistici, programmi annuali e pluriennali per la loro attuazione;
- dell'adesione a convenzioni con altri Comuni e con la Provincia;
- della deliberazione in ordine alla costituzione e modificazione di forme associative e alla disciplina sul funzionamento degli organismi di decentramento e di partecipazione;
- dell'organizzazione dei pubblici servizi;
- dell'istituzione e ordinamento dei tributi, con esclusione della determinazione delle relative aliquote, di competenza della Giunta; disciplina generale delle tariffe per la fruizione dei beni e dei servizi;
- della contrazione di mutui e aperture di credito;
- degli acquisti e alienazioni immobiliari, delle relative permute, appalti e concessioni che non siano previsti espressamente in atti fondamentali del Consiglio o che non ne costituiscano mera esecuzione;
- della definizione degli indirizzi per la nomina e la designazione dei rappresentanti del Comune presso enti, aziende ed istituzioni.

I Consiglieri possono essere investiti di mansioni e compiti dagli organi elettivi, ove questo sia ritenuto opportuno e favorisca il buon andamento della azione amministrativa, senza che ciò comporti trasferimento della competenza stessa e della legittimazione di
provvedimenti.

Quanto sono chiare le informazioni su questa pagina?

Valuta da 1 a 5 stelle la pagina

Grazie, il tuo parere ci aiuterà a migliorare il servizio!

Quali sono stati gli aspetti che hai preferito? 1/2

Dove hai incontrato le maggiori difficoltà? 1/2

Vuoi aggiungere altri dettagli? 2/2

Inserire massimo 200 caratteri